L’argomento energetico, la capienza delle batterie e l’autonomia energetica del nostro camper 4×4 è sempre stato al centro delle mie attenzioni. Fin dall’inizio di questo progetto ho passato tantissime ore alla ricerca delle migliori soluzioni possibili rispetto alle nostre esigenze. La quantità di energia immagazzinabile è stata al centro del focus per diverso tempo e sicuramente il nostro allestimento è basato proprio su queste scelte. Nonostante questo, con tutti i problemi di ritardi, mancavano sempre all’appello le batterie. Un po’ per il loro costo ma anche per l’individuazione del prodotto giusto.

Da quando abbiamo iniziato a progettare il mezzo sono cambiate differenti cose e la tecnologia si è evoluta molto rapidamente. Ciò ha favorito la possibilità di scegliere delle batteria al litio, che erano off-limits per una questione di costi. Da inizio progetto ad oggi i prezzi sono crollati (anche se si tratta comunque di un investimento importante) ma soprattutto sono stati lanciati sul mercato tantissimi prodotti di qualità! Uno di questi è finito tra le varie proposte e preventivi ricevuti.

Che batterie servizi  abbiamo scelto?

Abbiamo optato per 3 JLFP24-200PV-RACK della Enerblock. Sono 3 bestioni da 50 kg di peso, con tensione 24v e 200Ah ognuno. Il gran totale è di 15,360kWh ma la cosa che le rende doppiamente superiori ai modelli standard è il fatto che la durata prevista delle batterie è per 6500 cicli di scarica all’80%. Hanno BMS (sistema di gestione e protezione) integrato e supportano scarica e ricarica veloce.

Quanta autonomia energetica avremo?

15 kWh è la capienza totale delle batterie LiFePO4 che abbiamo scelto ma per principio di funzionamento sono 12 i kWh (80%DOD)che possiamo usare fino ad esaurimento della scorta energetica. Teorizzando che il nostro consumo latente sia di circa 150Wh (camper parcheggiato con acqua, frigo e uso del wc) avremo tra i 3 e i 5 giorni di totale autonomia senza ricarica. Chiaramente questo calcolo teorico non rispecchierà mai la realtà in quanto vivendo e lavorando avremo consumi maggiori ma allo stesso tempo avremo diversi sistemi per la ricarica.

Come intendiamo ricaricare le batterie?

I sistemi di ricarica al momento saranno 3. Il primo, e quello cercheremo di sfruttare maggiormente, è il sole! 1,5kW di pannelli solari ci aiuteranno a coprire i nostri consumi giornalieri. Dipenderà molto dalla latitudine e dalle condizioni atmosferiche (irraggiamento solare), ma contiamo di sfruttare la luce come fonte principale di ricarica. Il secondo sistema è basato sul movimento del camper, perché tramite due differenti alternatori, generemo energia ogni volta che il motore sarà acceso. Per ultimo, ma obbligatorio in caso di emergenza, avremo l’opportunità di collegarci alla rete elettrica per caricare le celle del nostro magazzino energetico. Quest’ultimo sistema sarà il meno utilizzato in quanto il nostro stile di vita on the road non si basa sulle soste nei campeggi, bensì nell’avventura wild!

Curiosità , calcoli energetici e nerdaggini

Con un ciclo di vita completo da 6500 scariche complete all’80% avremo usato 79872 kWh (79MWh)

Se tutti i 79MWh fossero generati dal sole avremmo pagato circa 10 centesimi di euro a kWh

Il costo kWh energetico sarebbe poco più alto del costo netto a casa ma risparmieremo tantissimi anni di tasse e costi di servizio

I costi di servizio e tasse in bolletta risparmiati si aggirano tra i 15.000 e i 25.000 euro per ciclo di vita delle batterie