Ad inizio Ottobre siamo nuovamente tornati presso Villa Truck Adventure, in Polonia, dove stiamo allestendo il nostro Mercedes Vario 4×4 come expedition truck. La data prevista per la consegna è ormai passata e i continui ritardi ci stanno preoccupando parecchio perché nella fase iniziale avevamo assolutamente sottovalutato la variabile delle “supercazzole”. Fermo restando che, preferiamo ritardare un po’ di tempo rispetto a fare un lavoro fatto male, siamo anche estremamente frustrati dal fatto di non avere un quadro chiaro organizzativo che ci dia certezze. La nostra scelta di far fare i lavori presso VTA (Villa Truck Adventure) è stata ponderata, ma abbiamo sicuramente sottovalutato alcuni aspetti. La distanza con Poznan non aiuta e la difficoltà di comunicazione si fanno sentire. Marta, essendo Polacca, ha modo di parlare giornalmente con loro ma visto lo stato odierno delle cose, non siamo soddisfatti.

L’elenco delle cose da fare è veramente lungo e gli ulteriori upgrade previsti negli ultimi mesi, rischiano di portare ulteriori ritardi. Purtroppo i motivi di questi problemi sono diversi, ma a prescindere dal momento pessimo dell’economia mondiale, lamentiamo spesso la carenza di informazioni dettagliate e la chiara mancanza di coinvolgimento nelle attività. Gli avanzamenti sono lenti e sembra sempre ci sia qualche urgenza che mette in secondo piano il nostro progetto. Diciamo che ci aspettavamo una pianificazione migliore del lavoro, l’aspetto molto positivo, è che quando le cose vengono fatte, sono fatte molto bene!

Questo ultimo “dettaglio” è importantissimo, perché sappiamo che nonostante tutto, stiamo lavorando ad un progetto imponente e che a piccoli passi, sta crescendo a nostra immagine e somiglianza. Al momento non saprei dare una data di fine concreta, ma non abbiamo dubbi sul fatto che il risultato ci soddisferà.

Questa era il riassunto del nostro incontro di Maggio 2022:

Abbiamo ribadito l’importanza di rimanere in tempi di consegna accettabili che ci permettano di aver finito tutto entro la fine dell’anno e al momento previo imprevisti, siamo settati sulla fine di settembre.

Questa la dichiarazione nel nostro incontro di Ottobre 2022:

In un mese, massimo due finiremo tutto

Questa la dichiarazione a inizio Novembre 2022, dopo ulteriori solleciti e lamentele:

Noi vorremo finire tutto entro Natale 2022, non ci dovrebbero essere problemi

Capite bene che le parole vanno in una direzione e i fatti in un altra e più vediamo ritardare il nostro sogno, più ci innervosiamo. Detto tutto questo, passiamo alle cose positive, sperando che il vento cambi in fretta…